L’isola dell’abbandono – Recensione Libro

Vuoi il libro “L’isola dell’abbandono”?
Scopri la recensione di questo libro scritto da Gamberale, Chiara e pubblicato nel 2019 dalla casa editrice Feltrinelli.

A livello di contenuti e trama, ti starai domandando se sia disponibile un riassunto di L’isola dell’abbandono o quali siano le frasi più belle.

Scheda libro L'isola dell'abbandono di Gamberale, Chiara

L'isola dell'abbandono
Titolo L'isola dell'abbandono
Casa Editrice Feltrinelli
Numero pagine 224
Data di uscita
Codice 8807033402

Trama del libro:

Pare che l'espressione “piantare in asso” si debba a Teseo che, uscito dal labirinto grazie all'aiuto di Arianna, anziché riportarla con sé da Creta ad Atene, la lascia sull'isola di Naxos. In Naxos: in asso, appunto. Proprio sull'isola di Naxos, l'inquieta e misteriosa protagonista di questo romanzo sente l'urgenza di tornare. È lì che, dieci anni prima, in quella...

Valutazione libro

Contenuto4
Lunghezza4.6
Punteggio finale4.2

Recensione completa

L’isola dell’abbandono, di Chiara Gamberale è un romanzo edito dalla Feltrinelli, del 2019. Conduttrice e autrice di programmi televisivi e radiofonici la Gamberale ha collaborato con “il Giornale” e nel 1996 ha vinto il Premio di giovane critica Grinzane Cavour, promosso da “La Repubblica”.

Ha esordito nel 1999 con Una vita sottile (Marsilio, premio Opera prima Orient-Express, Un libro per l’estate e Librai di Padova), seguito da Color Lucciola (Marsilio 2001), Arrivano i pagliacci (Bompiani 2002), La zona cieca (Bompiani 2008, premio selezione Campiello), Le luci nelle case degli altri (Mondadori 2010), L’amore, quando c’era (Mondadori 2012), Quattro etti d’amore, grazie (Mondadori 2013), Per dieci minuti (Feltrinelli 2013). Altre sue opere sono: Avrò cura di te (Longanesi 2014) scritto con Massimo Gramellini, Adesso (Feltrinelli 2016), Qualcosa (Longanesi 2017), L’isola dell’abbandono (Feltrinelli 2019) e Come il mare in un bicchiere (Feltrinelli 2020).

L’isola dell’abbandono è un romanzo che verte sul senso dell’abbandono inteso come evento doloroso della vita. La paura della vita, l’incapacità di abbandonarsi alle trasformazioni scaturite da scelte difficili e l’attaccamento ad amori “malati” che non ci permettono una vita serena, sono gli argomenti principe di un’opera che immerge subito il lettore nella contorta psicologia dei protagonisti.
Il mito greco di Arianna e Teseo, come metafora dominante sull’abbandono, fa da sfondo alla storia di Arianna, la protagonista, mamma single, ma non del tutto, ed illustratrice di favole e fumetti per bambini. Dopo la separazione con il padre di suo figlio, suo amante da dieci anni, Arianna ripercorre le sue storie d’amore attraverso una lunga lettera al figlio per raccontargli qualcosa su chi ha fatto parte della sua vita prima della sua nascita.

Stefano, un grande amore “malato”, il primo. Una relazione che l’ha consumata con un uomo dipendete da droghe che dopo averla lasciata durante una vacanza si suiciderà poco dopo. Nella bellissima isola greca di Naxos Arianna trova il suo secondo amore, Dì. Un giovane surfista con cui vive una storia intensa e passionale e che per la prima volta le fa pensare alla possibilità di avere dei figli. Un pensiero mai avuto con Stefano. Il suo terzo amore arriva dopo la tragica notizia della morte di quest’ultimo. Damiano, psichiatra e psicoterapeuta di Stefano la prende in cura ma ben presto il loro rapporto diviene una relazione clandestina (Damiano è infatti sposato ) a cui Arianna si aggrappa disperatamente. Dalla loro unione nasce Emanuele, e per Arianna nulla è più come prima.

L’amore per suo figlio e l’ombra delle sue innumerevoli paure ed ansie inizialmente la schiacciano, quasi sino ad annullarla come era già accaduto con Stefano. Sarà l’incontro con Lidia, una giovane donna in dolce attesa conosciuta ad una seduta di genitori single, a farla riflettere sul suo ruolo e sulla necessità di ricostruire la propria identità. “Se non trasformeremo i nostri figli nella scusa per perdere definitivamente il contatto con quello che davvero siamo, anche se è scomodo, soprattutto se è scomodo, io penso che quando un giorno loro ci chiederanno: che cosa è successo, mamma?, come mai qui, nella mia testa, è tutto per aria? Bè: almeno una risposta da noi ce l’avranno.”

Arianna decide di tornare a Naxos per trovare delle risposte, capire cosa realmente la rende felice e trovare da sola la sua strada.
Il personaggio di Arianna è quello di una donna insicura, fragile che si rivela anche inaffidabile come il suo primo amore Stefano. Una donna che teme il confronto con la realtà preferendo nascondersi nella certezza delle sue paure e delusioni perche ormai solo queste pare sappia gestire. La vita di Arianna è una continua attesa del dramma; la delusione di un abbandono, di un tradimento, della morte. Incapace di essere felice vive ogni cosa come un assillo, come una circostanza di cui ne è vittima, incapace di gestire. Persino la gravidanza la vive come una realtà controversa evidenziandone più le responsabilità che la pienezza emotiva di una vita che nasce.

Attraverso il personaggio di Arianna e la sua storia la Gamberale tocca sentimenti umani sviscerandone la complicata natura, evidenziando l’impossibilità di sfuggire a drammi quali l’abbandono e la morte. Ma se si accoglie e si sceglie di viverlo pienamente questo dolore ne potrà nascere anche un’occasione di ripartenza, una rinascita con una nuova consapevolezza di se.

Lo stile della Gamberale è diretto e contemporaneo, molto vicino al linguaggio dei giovani. La grande capacità e bravura dell’autrice di descrivere emozioni e sentimenti forti da far immedesimare il lettore nei suoi personaggi, si scontra con una scrittura a tratti poco scorrevole che disorienta il lettore. Il libro si legge male, intriso di doppi piani di lettura, di metafore immaginifiche sull’abbandono, di suggestioni mitologiche. Le eccessive elucubrazioni del personaggio principale diventano spesso soffocanti, rendendo la lettura ostica e poco piacevole. Le minuziose descrizioni di momenti salienti del racconto lasciano il posto ad eccessivi archi temporali privi di descrizione che trasportando troppo violentemente il lettore nella vita di coppia della protagonista. Trama poco originale con qualche stereotipo di troppo.

Contributo di vincenzo LENTI | 1 recensioni
(collaboratore amatoriale)

Domande su questo libro

Quante pagine ha il libro L'isola dell'abbandono?

Il libro L'isola dell'abbandono scritto da Gamberale, Chiara è composto da 224 pagine ed è stato pubblicato dall'editore Feltrinelli.

In che anno è stato pubblicato L'isola dell'abbandono?

L'isola dell'abbandono è stato scritto da Gamberale, Chiara ed è stato pubblicato nel 2019 con codice 8807033402.

Dove posso comprare L'isola dell'abbandono di Gamberale, Chiara?

Puoi acquistare L'isola dell'abbandono di Gamberale, Chiara online a questa pagina, dove troverai altre informazioni come il prezzo e i formati disponibili.

Approfondimenti e ricerche correlate

I lettori del libro L'isola dell'abbandono tendenzialmente effettuano anche approfondimenti su temi correlati.

  • l'isola dell'abbandono trama
  • l'isola dell'abbandono frasi
  • l'isola dell'abbandono frasi
  • l'isola dell'abbandono riassunto

Perché acquistare il libro L’isola dell’abbandono online?

Invece di aggiungere al carrello questo libro della categoria Narrativa contemporanea, devi assolutamente verificare le opinioni di altre lettrici per scoprire cosa ne pensano e se sia veramente consigliato, considerando la lettura scorrevole e lo stile di scrittura di Gamberale, Chiara.

Innanzitutto fai una ricerca online tra le diverse edizioni disponibili, cercando se L’isola dell’abbandono è disponibile nel formato brossura, copertina flessibile oppure ebook.

Se si tratta di libro cartaceo, cerca se è disponibile il servizio di spedizione gratuita per la consegna a domicilio oppure se preferisci ritirare in libreria o un diverso punto vendita.

Per gli amanti del risparmio, potresti cercare il libro usato o prestare attenzione a particolari offerte o promozioni del mese.

L’isola dell’abbandono – Recensione Libro
redazione Libriz
La classifica è stata creata dallo staff secondo l'informativa. Partecipando al programma di affiliazione di Amazon, riceviamo una piccola percentuale sui tuoi acquisti per mantenere attivo il sito.

Quanto valuti questi libri?

(valutazione: 4.3 | 29 voti)

Altre recensioni di libri

Cerca libro o scrittore

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content